La mia voglia di prenderlo in bocca era tantissima ormai.

– Lo sai che sono porca vero? Me lo dicevi sempre in chat…

Lui non rispose.Cominciai con la lingua a percorrere tutta la sua asta ruvida e spessa senza sosta e senza pudore aumentando il ritmo mentre la mia mano massaggiava le sue palle, in quel momento le

mie labbra desideravano il suo vistoso glande.

IlLatoOscuro

Cominciai a succhiarlo con avidità e frenesia mentre la sua asta scompariva nella mia bocca vogliosa di farlo venire nel più breve tempo possibile.

-Tesoro fermati sto per venire…. voglio penetrarti….

Non lo ascoltai, la voglia di sentirlo godere in bocca era troppa cosi strinsi le sue palle e con le labbra a ventosa iniziai a scoparlo inghiottendolo fino alle palle.

Oramai stava per venire, ogni suo tentativo di spostarmi era inutile, direi sopraffatto dal mio pompino… gli piaceva molto.

Con una mano mi stuzzicavo il clitoride investito da stimoli e tocchi violenti mentre con l’altra impugnavo la sua asta sempre più rigida e gonfia quando lo sentii irrigidirsi e maestosi schizzi di sperma invasero la mia bocca.

Non ricordo bene quanti orgasmi mi ha provocato, forse due, forse tre, ma ricordo benissimo che ingoiai tutto il suo sperma avidamente senza perdere una sola goccia.

Continua…

@leonaLuissa
Links Autrice: QUI

×