La collega in cerca di calore

Ho 31 anni, la mia collega è sposata, è più grande di me di 12 anni, ma è bellissima, è femminile, è provocante, eccitante, mi attrae da morire.

Ho come limpressione di piacerle anchio..

Il marito cè e non cè, gira il mondo per lavoro, manca delle settimane, avvolte dei mesi interi.

Entrati in confidenza mi confida di sentirsi sola, troppo sola, di fare mille pensieri, cattivi pensieri.

Un giorno mi chiede se mi sarebbe piaciuto andarla a trovare, così, tanto per trascorrere qualche ora in compagnia.

hot2

Accetto, ma al pomeriggio pensavo a quel incontro e mi passavano strane cose per la testa, mi sentivo eccitato, fantasticavo alla grande.. a 31 anni? .mai mi sarei immaginato per:

Arrivo e lei mi apre, indossa una vestaglia di seta nera molto lunga, leffetto della luce delle candele su di lei era stupendo, erano tantissime tra lingresso, il corridoio e la camera da letto, quasi a creare un percorso, lei era li davanti a me, più bella che mai,più sexy che mai, mi precedeva, arrivata in camera, si gira, mi guarda e poi slaccia la vestaglia lentamente guardandomi negli occhi.

Sono a bocca aperta, indossa una guepiere di seta nera bellissima, slip, autoreggenti, guanti lunghi coordinati ed un nastrino di raso nero con una perlina al collo, è troppo bella, provo sensazioni che nemmeno un ragazzino,

mi dice che fai?, che pensi?, tutto ok?

è cosi bella che mi mancano le parole, non riesco a risponderle, allora lei mi si avvicina mi sfiora la mano, e poi senza dire nulla mi invita a sdraiarmi, sono così eccitato che mi tremano le mani, faccio fatica a levare i pantaloni, la maglia, e in quei momenti di poca lucidità pensavo a quello ke stavo provando.

pioggiadorata

Le candele facevano brillare tutto, anche il letto sembrava abbinato, le lenzuola ed i cuscini erano di seta, non avevo mai dormito in letti così.

Inizia a baciarmi, un bacio sulle labbra, uno sul collo, si avvicina allorecchio e mi sussurra: Allora?….. ti piace?, ..sei muto?non parlavo, tremavo.

I baci diventavano sempre più intensi, sempre più lunghi, sempre più umidi, sempre più eccitanti, si spostavano ovunque, sul petto, sul collo, sulla pancia, le sue mani mi sfioravano in maniera così leggera da farmi rabbrividire, ero troppo eccitato.

Lei mi sfiora lì, piano piano, poi con i baci scende un po più giù.., un p più giù.., mi sfiorava, mi baciava, sentivo quello che non avevo mai provato prima, era come se lei fosse più calda delle altre donne, era come se i suoi baci fossero più intensi di quelli delle altre donne, era come se la sua bocca e la sua lingua fossero più umide di quelle delle altre donne, la sua pelle sembrava piu liscia di quella delle altre donne.

Non so quanti secondi saranno passati, ho raggiunto il primo orgasmo, ma l’eccitazione non passava..

Qualche istante ed iniziamo a baciarci, a toccarci, mi sentivo tremare un po meno, mi stendo sul letto, lei capisce si gira ed iniziamo a inumidirci a vicenda nel classico 69, lavr fatto kissa quante volte, ma con lei è diverso, la voglia mi aumenta sempre più, dopo non so un minuto, uno e mezzo, lei si gira viene su ed iniziamo a fare lamore, è troppo bella, guardarla mi eccita ancora di più, le tocco il seno sembra finto, tondo tondo, ne grande ne piccolo, i capezzoli turgidissimi. Sarà passato qualche minuto forseun altro orgasmo. Questa volta è arrivato anche a Lei.

Ci guardiamo in viso, non parliamo, i suoi occhi sono lucidi, il suo sorriso è..non lo so, .è.

Mi bacia, la Bacio, mi dice e se..?, altri baci, altre carezze, si sposta un attimo, si gira ed iniziamo a fare lamore di nuovo, è incredibile, mai mi era successo che dopo pause così brevi mi ritornasse subito la voglia, non cè quasi interruzione tra il primo, il secondo, il terzo rapporto.

Stavolta sembra lei la più coinvolta, geme, il sussurro della sua voce sembra..sembra, dopo un po si fa più intenso, fino allesclamazione un sì, a me manca veramente poco, si gira, mi invita ad alzarmi, si inginocchia, mi sfiora con il suo seno, le sue mani mi accarezzano, la sua bocca mi bagna fino a farmi godere.

Lascia un commento