Oltre la tempesta (Racconto Erotico)

Era un giorno qualunque ..

la pioggia batteva incensante alla mia finestra come un frastuono impulsivo

sentivo un leggero desiderio di sciogliermi fra onde di piacere e di passione!

Era parecchio tempo che non mi sentivo così..

eppure questo pensiero aumentava la mia voglia di prendere in mano il telefono e di chiamarlo anche se la nostra storia ebbe fine parecchio tempo fa…

poi il tempo fuori era pessimo quindi non credo che sarebbe arrivato o forse la paura di ricevere un “NO” mi avrebbe altamente scoraggiato ..

il tempo di voltarmi verso la rassegnazione, ed ecco che:

driiinnn! Il campanello di casa stava suonando … erano le nove di sera ma non aspettavo nessuno,chi mai sarebbe stato a quell’ora ?!? ..e poi senza preavvisi?

Sbirciai con molto tatto, fuori dal spioncino della porta ,la figura era un po distorta ma riconobbi Mattias, il mio vicino di casa! Che tra l’altro in due anni di abitazione qui, quella fù la prima volta che mise piede sul mio zerbino ( lol)

Ebbene si.. c è sempre una prima volta:-))forse voleva informazioni inerente alla mamma della sua ragazza..visto che un giorno scoprii che era ammalata ed aveva bisogno di un assistenza giornaliera ed era probabile che sapevano che ero del settore. Va bè.. la chiave fece cinque mandate prima di essere aperta.

Ciao!! ed io.. Ciao.. scusami tanto se ti disturbo! Ma non potevo farne a meno,ho finito le sigarette e fuori piove adirotto e la voglia di uscire ora manco morto! E gentilmente non ne avresti una da offrirne ? Sai.. non sono proprio cosi dipendente ma.. questi giorni sono per me uno stress in aggiunta ..la mia ragazza mi ha mollato. Io non riuscivo a respirare dal momento che lo vidi di fronte a me ..cosi vicino eeee cosi intrigante al mio sguardo! Non lo ricordavo così..davvero.

Ok !! mi ripresi da quel mio fantasticare che in quel momento un calore ed adrenalina che saliva dal basso..iniziò a percorrere ogni tragitto del mio corpo.

Presi coscienza del mio istinto e gettai un lungo respiro .

Sii .. risposi alla sua domanda.

Tengo la mia bella scorta di sigarette quindi non ci sono problemi,anzi se vuoi bere un caffè te lo offro volentieri..

accettò l’invito e le indicai dove potersi accomodare,le voltai le spalle per chiudere la porta quando improvvisamente la sua mano afferrò la mia mi voltai verso di lui e.. una ventata di desiderio colpì entrambe..

pioggiadorata

le mie vene pulsarono come un fuoco indomabile, mi ritrovai le sue mani attorno ai miei fianchi e dolcemente salirono ,ritrovandomi già inizialmente bagnata di piacere..volevo! Eccome.. se volevo..

volevo avvolgermi attraverso quel corpo che era ancora di fronte a me ed io..con ferocia selvaggia lo presi attorno alla sua vita e spingendolo lo accompagnai con il mio corpo verso la mia camera..arrivammo hai piedi del letto,lo adagia seduto mentre io ora volevo godermi ogni secondo.. volevo io condurre il gioco ..ora!!!

Volevo farle sentire ogni brivido ..ogni sensazione sublime per condurlo poi all’extasy dei sensi!

Entrambe ci spogliammo lentamente per assaporare ogni cm del nostro corpo, indossavo calze autoreggenti e lui con sensualità iniziò a toglierle piano piano che ad ogni ascesa sentivo la sua lingua che fluiva senza respiro..

ed ecco che..giunti quasi agli ultimi indumenti da togliere restò il mio reggiseno bordeaux con passamanerie di pizzo accompagnato da una mutandina quasi invisibile!

Eravamo nudi, uno di fronte all’altra,ed io fremevo dalla voglia di possederlo senza limiti.. mi avvicinai ad un millimetro dalla sua bocca volevo sentire il suo respiro offrendoli cosi le mie carnose labbra.

La mia lingua aprì quella sua deliziosa apertura e con sinuosità entrò con cautela per sentire ogni suo spazio.. la danza ebbe inizio, e ogni angolo fu bagnato dai nostri umori..gli odori entravano in segno di piacere. Ora accarezzavo il suo petto e lui con decisione prese i miei fianchi e avvicinandoli a sé mi fece sentire che sotto alle mie intimità c era un rigonfiamento che cercava di far sbollire entrando fino al mio più totale godimento.

Ora ero sopra di lui e in quel momento tutto era magia..era amore ..era passione..era emozione, mi sentivo come un corpo che galleggiava attraverso mondi inesplorati.. dio come era bello!! il tempo era fermo a quella immagine :

i suoi occhi pieni di luce

il suo volto paradisiaco

il suo battito che lentamente ritornava alla normalità

ed ora abbracciati per riprendere fiato.. e mentre ci guardammo negli occhi.. le nostre parole uscirono in contemporanea ..per dirci..

TI HO TROVATO FINALMENTE.. !!!

(Scritto il 20/o4/2015 da Ale)

Lascia un commento